stemma della testata
Junker

Allacciamento degli scarichi

Per evitare danni ambientali, inquinamento della falda acquifera e rischi igienico-sanitari é stata emanata l'ordinanza sindacale 4/2016.

I proprietari dei fabbricati ubicati sul territorio comunale e/o titolari di scarichi di acque reflue provenienti da insediamenti di tipo residenziale, di servizi commerciali ed industriali allacciati alla fognatura bianca, nera o mista nell'ambito del territorio comunale, devono provvedere a propria cura e spese, a quanto segue:

1) entro il 31 agosto 2016:

  • alla verifica del buon funzionamento e del corretto allacciamento delle colonne di scarico private alle reti fognarie Come da art. 57 del Regolamento del Servizio Idrico Integrato; art. 12 del "Regolamento Comunale per lo scarico delle acque reflue, delibera Consiglio Comunale n. 128 dell'8 luglio 1987; prescrizioni tecniche di cui all'art 15 del Regolamento per gli interventi nel sottosuolo, delibera C.C. n 44/2000;
  • alla verifica della corretta separazione delle acque reflue urbane, delle acque meteoriche (pluviali, caditoie, ecc.), predisponendo eventuali pozzetti separati.
Si specifica che le colonne pluviali dovranno raccogliere esclusivamente acque meteoriche e dovranno essere allacciate alla fognatura bianca ove presente; che le acque nere dovranno essere raccolte da canalizzazioni separate e convogliate nella pubblica fognatura nera, o mista.

2) entro il 31 dicembre 2016:

  • alla realizzazione degli interventi di adeguamento degli scarichi eventualmente risultanti non a norma, secondo le modalità previste dal Regolamento del Gestore del S.I.I. e del Comune.

L'ordinanza sindacale n. 37 del 30 novembre 2016 ha disposto:

  • la proroga al 30 aprile 2017 del termine di scadenza di cui al punto 1);
  • La proroga al 31 dicembre 2017 del termine di scadenza di cui al punto 2).

In caso di inerzia del proprietario, il Comune si riserva la facoltà di richiedere il risarcimento dei danni patiti in conseguenza delle eventuali opere difformi da normative e regolamenti in materia di scarichi fognari, fatta salva l'applicazione dei provvedimenti sanzionatori nei confronti degli inadempienti.

L'Amministrazione Comunale si riserva il ricorso all'esercizio dei poteri sostitutivi e all'eventuale esecuzione degli allacciamenti in oggetto, a carico degli utenti che non abbiano ottemperato nei termini anzidetti.

Gli operatori comunali effettueranno ispezioni di controllo su un campione di unità immobiliari, estratte a sorteggio.

Si ricorda che l'uso di immobili non serviti da impianti fognari regolari comporta le applicazioni di sanzioni amministrative e penali previste per i proprietari


Informazioni utili per eventuali domande da inoltrare:

  • per usufruire del servizio di allaccio alla pubblica fognatura nera e/o mista: domanda a Acquedotto del Fiora Spa numero verde 800.887755;
  • per l'allaccio alla pubblica fognatura bianca, è necessario inoltrare: domanda al Comune di Follonica (contattare Renato Gattiglio n. 0566.59408);
  • per interventi che richiedono la manomissione di suolo pubblico: domanda al Comune, con modulistica.
Gli utenti interessati devono comunicare tempestivamente all'Amministrazione Comunale, l'avvenuta realizzazione dell'allaccio, per evitare contestazioni a seguito dei controlli.

       

Ultima modifica: 06.Nov.2017
Copyright © 1998, 2017 Comune di Follonica
IL COMUNE LA COMUNITA' - Follonica Comunicazione
Testata di informazione del Comune di Follonica
Iscrizione al Tribunale di Grosseto n. 8/2005
Direttore Responsabile Noemi Mainetto
Largo Felice Cavallotti, 1 - 58022 Follonica (Grosseto)
Tel. Centralino 0566 - 59111 | URP 0566 - 59256 | Fax 0566 - 41709
Codice fiscale 00080490535
Protocollo: protocollo@comune.follonica.gr.it
PEC: follonica@postacert.toscana.it (solo per messaggi da caselle di posta elettronica certificata)
Suggerimenti e consigli su questo sito: www@comune.follonica.gr.it